CD / Meditazione - Mondo di Osho / CIRCLE OF LOVE MEDITATION

CIRCLE OF LOVE MEDITATION

autore: Milarepa
editore/etichetta: One Sky
pagine/durata: 50 minuti circa

18,00

X
Per richiedere informazioni o prenotare l'articolo clicca qui




La meditazione del cerchio dell'amore

La meditazione ha quattro stadi e dura in tutto cinquanta minuti. Si può fare da soli o con un partner. Se la fate da soli, cominciate col sedervi in una posizione comoda. Preferibilmente di fronte ad uno specchio. Se la fate con un partner, cominciate la meditazione sedendovi l'uno di fronte all'altro, il più vicino possibile, ma senza toccarvi.

Primo Stadio
Unite le mani in Namastè, portatele all'altezza della zona del cuore e chiudete gli occhi. Quando la musica comincia, iniziate ad inspirare attraverso il naso e ad espirare attraverso la bocca. Permettete alle vostre mandibole di rilassarsi e mantenete il respiro semplice e rilassato. Inspirate profondamente nella zona del cuore, mentre la tenete stretta con le mani, percependola come un'area buia e protetta. Visualizzate il vostro cuore come il bocciolo non ancora dischiuso di un fiore. Lasciatevi trasportare verso l'interno di voi stessi dal flusso del respiro. Lasciate che ogni respiro vi conduca il più profondamente possibile in quello spazio che in questo stadio è ancora buio, silenzioso e inespresso.

Secondo Stadio
Quando la musica cambia, distogliete l'attenzione dal respiro. Lasciate che accada in modo naturale e spontaneo. Lentamente, concedendovi tutto il tempo necessario, cominciate ad aprire le mani e le braccia. Immaginate di aprire i petali del fiore, il loto del cuore. Più lentamente lo farete meglio sarà. Se il corpo desidera muoversi e ondeggiare permetteteglielo, lasciate che i movimenti siano facili e aggraziati, mentre attraversate questo processo, finché il fiore e i suoi petali non saranno completamente aperti.

Nota: Se negli stadi precedenti vi viene da piangere, permettete alle lacrime di scorrere, lasciate loro spazio, continuando a rimanere concentrati e focalizzati sulla tecnica.

Terzo stadio
Coppie: Durante la prima metà (7 minuti e mezzo) tenete il palmo della mano sinistra rivolto verso l'alto e quello destro rivolto verso il basso. Congiungete le vostre mani a quelle del vostro partner, sporgendovi verso di lui/lei. Fate che la presa e il tocco siano soffici e gentili. La vostra energia si farà strada naturalmente per stabilire una connessione con il partner, senza che dobbiate preoccuparvi, pensarci, o tentare di farla accadere a tutti i costi. La cosa più importante, durante questo stadio, è essere in una disposizione di let-go, in uno spazio di non-fare, insieme al vostro partner. Più riuscite a permetterlo, più in profondità andrà la meditazione.

Al trascorrere dei 7 minuti e mezzo la campana e il cambiamento di musica segnaleranno l'inizio della seconda metà. Lentamente aprite gli occhi. Restate connessi con le mani del vostro partner e cominciate a guardare l'uno negli occhi dell'altro, come se steste guardando dalla finestra di una casa verso un orizzonte vasto e lontano. é importante mantenere rilassata la zona intorno agli occhi. Siate consapevoli di eventuali tensioni e lasciatele dissolvere dall'energia della connessione. Continuate a rilassarvi in questo non-fare insieme al vostro partner.

Se fate la meditazione da soli: Durante la prima metà (7 minuti e mezzo), rilassate e riposate le mani l'una nell'altra - palmo sinistro rivolto verso il basso e palmo destro verso l'alto - e siate aperti e ricettivi. Immaginate che il vostro cuore sia raggiante come il sole. Quando la campana suona e la musica cambia, aprite gli occhi e fissate gentilmente, con amore, nello specchio, gli occhi che ricambiano il vostro sguardo. Lasciate che lo sguardo sia soffice e non focalizzato. Se non avete uno specchio, lasciate che il vostro sguardo si riposi amorevolmente su un oggetto qualsiasi. Di nuovo, la cosa importante in questo stadio è rilassarsi ed essere in una disposizione di let-go, in uno spazio aperto e ricettivo. Tutto ciò che deve accadere in questo stadio accadrà da sé, senza dover fare nulla. Più profondamente vi rilasserete e più efficace sarà la meditazione.

Quarto stadio
Lentamente tornate a voi stessi. Portate le mani gentilmente verso voi stessi. Chiudete gli occhi, sdraiatevi sulla schiena e lasciatevi andare nel silenzio. Tre campane segneranno la fine della meditazione.


Viviamo in un mondo di "fare", di attività, in cui si cerca di fare accadere le cose. Nel mondo esteriore, nella dimensione pratica della vita, può essere necessario. Ma non per il mondo interiore. Nel mondo della meditazione, dimensione necessaria per vivere una vita felice e che abbia senso, c'è bisogno di un atteggiamento di non-fare e di profondo rilassamento per fare sì che queste qualità si manifestino e rivelino i loro misteri. Un buon esempio è l'amore. L'amore è essenziale. é un nutrimento per l'anima. Una vita senza amore è una vita senza colore né gioia. Ma non si può fare nulla perché l'amore accada, Non si può fare accadere l'amore. Perché l'amore accada c'è bisogno di una grande ricettività, di sensibilità, pazienza e un cuore aperto. La meditazione ci aiuta a renderci disponibili a tutto ciò.

Per la maggior parte di noi, quando chiudiamo gli occhi e ci guardiamo dentro, notiamo due cose: buio e un'infinita corrente di pensieri che provengono dal nosrto normale dare energia alla mente, cosa che abbiamo imparato a fare fin da piccolissimi. È un abitudine che ci accompagna per la maggior parte della vita. Per guardare dentro, per vedere chi siamo e portare luce in questo buio interiore, c'è bisogno di un contrasto. Proprio come accade con il tasto "contrasto" delle nostre TV: accentuando il contrasto, l'immagine si fa più chiara. Questo è ciò che accade nei primi sue stadi di questa meditazione. Creando un contrasto tra il cuore chiuso, buio e inespresso e il cuore quando è completamente aperto, rilassato e raggiante di luce e di amore, inizia un momentum interiore che rende più facile guardarsi dentro. Nel terzo stadio, rilassandosi ulteriormente in uno spazio di non-fare, una corrente sottile comincia a circolare senza sforzo tra le mani, le braccia e attraverso il cuore, creando un cerchio di energia d'amore, un cerchio d'amore. Più profondi il let-go e il rilassamento in questo stadio, più forte sarà l'esperienza di questa corrente.

Nell'ultimo stadio la meditazione si fa più profonda mentre l'energia interiore si acquieta e ci rilassiamo nel silenzio.
 



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CI INTERESSA IL TUO PARERE
SCRIVI IL TUO COMMENTO