Libri / Osho: il Tao e lo Zen / IL LIBRO DEL NULLA

IL LIBRO DEL NULLA

autore: Osho
editore/etichetta: Edizioni Mediterranee
pagine/durata: 288

24,50 23,28

D


AGGIUNGI AL CARRELLO

Discorsi di Osho sui sutra contenuti ne "La Mente Fiduciosa" di Sosan, terzo patriarca Zen.

"Se dovessi salvare solo due libri, tra tutti quelli prodotti nel mondo dei mistici, di ogni epoca e paese, uno sarebbe lo Hsin Hsin Ming di Sosan. Contiene la quintessenza dello Zen, il sentiero della consapevolezza e della meditazione... è l’anima stessa dello Zen." Osho

Maestro sia delle parole che del silenzio, Osho crea in queste pagine un ponte tra il chiacchierio perenne della mente moderna e lo spazio di vuoto e infinito silenzio nel quale dimora la non-mente di Sosan, dimensione in cui questi sutra hanno preso vita e a cui essi conducono.

Queste sono le sole parole che Sosan mai pronunciò. Terzo patriarca dello Zen, Sosan visse nel VI Secolo in Cina e fu il culmine di quella sintesi tra il pensiero dell’India e del pensiero cinese, conosciuto come Zen.

Nella sua sintetica chiarezza, l’opera di Sosan è una vetta tra le più elevate, in quanto "summa" di vette già sublimi in se stesse, i cui picchi hanno nome Budda e Lao Tzu.

Con il suo commento, Osho prepara il lettore a sperimentare in prima persona quel processo di illuminazione che è il vero destino dell’uomo.

Pagina dopo pagina, il lettore si trova a perdere quella nebulosità che giustificava una certa idea del mondo e una vita separata dalla realtà, chiusi in quell’io che crediamo essere il nostro confine estremo: ininterrottamente, si è richiamati a se stessi, al proprio essere, a usare il proprio sentire per sperimentare il Reale nella sua immediata concretezza, nella sua realtà.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CI INTERESSA IL TUO PARERE
SCRIVI IL TUO COMMENTO