Libri / Osho: la meditazione / INIZIAZIONE ALLA MEDITAZIONE

INIZIAZIONE ALLA MEDITAZIONE

autore: Osho
editore/etichetta: Edizioni Mediterranee
pagine/durata: 160

9,50 9,03

D


AGGIUNGI AL CARRELLO

Il risveglio della consapevolezza

Osho e l'arte della meditazione. Perchè la meditazione è importante?


In noi esiste qualcosa di non vissuto, di latente. E' l’arte di osservare: un semplice essere presenti alle cose, come testimoni imparziali, distaccati, rilassati, passivi eppur coscienti, presenti anche se assenti in quanto attori. Facile o difficile che sia, risvegliare e potenziare quel "centro interiore" è oggi diventata una vera questione di sopravvivenza.

La velocità di accelerazione del mondo rende indispensabile trovare quel "centro" fermo e imperturbabile, se non vogliamo essere travolti dal ciclone che la vita è diventata.

Osho si lega a quel tracciato di consapevolezza, esistito nei secoli, che avvicina maestri illuminati distanti tra loro per periodo storico e luogo in cui hanno vissuto, ma che vanno al di là di tempo e spazio, al di là di qualsiasi tradizione, di qualsiasi istituzionalizzazione.

Come lui stesso ha chiarito: "Io non faccio parte di alcun movimento. Ciò che sto facendo è parte di qualcosa di eterno che sta accadendo da quando il primo uomo apparve sulla terra, e che continuerà ad accadere finché un essere umano esisterà su questo pianeta. Non è un movimento, è l’essenza stessa dell’evoluzione. Io sono parte dell’eterna evoluzione dell’uomo. Cercare la verità non è qualcosa né di vecchio, né di nuovo: è qualcosa di antico come le montagne e al tempo stesso fresco come una goccia di rugiada che brilla nel sole del primo mattino.

La ricerca del proprio essere non ha nulla a che vedere con il tempo. Io potrei non esserci più, ma ciò che sto facendo continuerebbe. Nessuno ne è il fondatore, nessuno ne è il leader. È un fenomeno per sua stessa natura sconfinato! Molte persone illuminate sono apparse, hanno dato il loro contributo e sono scomparse, ma il loro aiuto ha condotto l’umanità un po’ più in alto, l’ha resa un po’ migliore, un po’ più umana. Essi hanno lasciato il mondo un po’ più bello di come lo avevano trovato."

Come si può essere totalmente presenti, eppure assolutamente assenti, senza cadere addormentati? Come fare a Essere, pur non essendo? Come essere al tempo stesso assolutamente presenti e assolutamente assenti? Vuoti di pensiero e totalmente ricolmi di Essere?

A queste risposte, Osho offre concrete soluzioni, una prima di tutte: la meditazione.

"Io ho a che fare con l’uomo contemporaneo, l’essere più irrequieto che si sia mai evoluto sulla terra. Ecco perché non sono fermo a una tecnica particolare. E la mia esperienza dell’uomo moderno mi conferma che la cosa per lui più difficile è sedersi senza fare nulla. Per questo devo escogitare vie e metodi nuovi, in grado di indurvi al silenzio. Lo scopo, alla fine, è quello, e perché accada dobbiamo far uscire tutta la spazzatura che affiora nella nostra mente, nei nostri sogni. Ed è meglio gettarla, altrimenti contagerà ogni nostra azione. Questa è la sola psicologia che sta alla base delle tecniche di meditazione che io propongo: svuotarti, creare un nulla dentro di te. Da quel nulla sboccerà la gioia suprema, la suprema beatitudine". Osho

 



Indice dell'opera

Premessa: Guarire la dissociazione tra Corpo e Anima
Meditazione: una contraddizione in termini
La tua natura essenziale
Ricchezza materiale & benessere interiore
La meditazione è vivere, non sopravvivere!
La beatitudine è la meta, la meditazione è un mezzo
Siamo tutti mistici
La mente al servizio dell’essere
Cammina senza fretta
Pensare e conoscere
Semplice e naturale
Consapevolezza del Sé, non autocoscienza
Risposte a domande di ricercatori
Nota biografica
Per Approfondire



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CI INTERESSA IL TUO PARERE
SCRIVI IL TUO COMMENTO




PRODOTTI CORRELATI